#AdUmbria2015: tra Foligno e l’Università

#AdUmbria2015 focus group Foligno

Dopo Orvieto, ieri a Foligno c’è stato il secondo appuntamento con i focus group di #AdUmbria2015. Nella sala del Consiglio comunale si è parlato di qualità della vita e salute: i presenti, sotto l’accorta conduzione di Stefano Epifani e Paoli Colli Franzone – direttore dell’Osservatorio Netics. Per la Regione Umbria, oltre a Giovanni Gentili, c’erano Ambra Ciarapica (Servizio Paesaggio, Territorio, Geografia) e Paola Casucci (per la Sanità).

Rispetto al primo focus group c’è stato un dibattito più serrato, forse anche per via della tematica, essendo la sanità un settore strategico che tocca la vita quotidiana delle persone. Ciò ha prodotto interessanti spunti di riflessione. Dalla necessità, come premessa, di coinvolgere il target giovanile, in particolare nei momenti partecipativi della programmazione territoriale, si sono evidenziati alcuni snodi critici. Su tutti, la difficoltà nel realizzare, nel processo di digitalizzazione dei servizi che dalla programmazione va all’effettiva attuazione, una piena collaborazione dei soggetti coinvolti (come la medicina generale).

Altri punti emersi sono stati la necessità di una maggiore rendicontazione del proprio lavoro da parte della Pubblica amministrazione (accountability) e la necessità di pianificare il percorso di riforme con una maggiore attenzione alla dimensione particolare, quella cioè dove gli obiettivi generali, di per sé condivisibili, si incagliano.
Qui lo Storify di Sonia Montegiove sul focus group.

I prossimi appuntamenti questa settimana, ci vedono oggi all’Università di Perugia, a parlare di openness: open data, open governement, software libero saranno al centro della discussione alle ore 15 (fino alle 17), presso il Dipartimento di Economia.
openness
Venerdì, invece, ci sarà a Città di Castello il terzo focus group (sala del Consiglio comunale, ore 9-13), dedicato alle infrastrutture tecnologiche e digitali. A condurre il confronto ci saranno Stefano Epifani e Alfonso Fuggetta.

it.pdf24.org    Invia l'articolo in formato PDF   

Lascia un commento