Agenda Urbana dell’Umbria

agendaurbana
Agenda Urbana: Città di Castello – Foligno – Spoleto – Perugia – Terni

di Michela Furiani e Annalisa Cecchini, Servizio Programmazione Strategica Generale.

Perché l’Europa ha deciso di riservare uno spazio particolare al tema dell’Agenda Urbana e quindi della città nei prossimi anni? Non solo le grandi città sono incluse nel programma dell’Agenda Urbana, ma anche le medio-piccole sia perché sono la maggioranza delle nostre realtà urbane,  sia in quanto caratterizzano fortemente – più che in qualsiasi altra parte del mondo –  il modello sociale, economico e territoriale europeo. E’ nella crescita e sviluppo delle città che si gioca una parte fondamentale della partita del rilancio dell’Europa.

Le città sono i luoghi privilegiati dell’innovazione, della creatività, della cultura e del “capitale umano”, i driver su cui l’Europa intende costruire il proprio futuro.

Sono soprattutto i luoghi dove si decide la “qualità” di questo futuro: l’obiettivo di uno sviluppo sostenibile ed inclusivo, e dunque di una migliore qualità della vita, potrà essere centrato solo se le nostre città saranno più sostenibili ed inclusive.

L’Agenda Urbana è la declinazione sul territorio di questa intuizione della Commissione Europea i cui contenuti sono stati definiti in specifici Programmi nazionali e regionali. Proprio per gli obiettivi che si pone, l’Agenda Urbana è una sfida: non più interventi di natura esclusivamente infrastrutturale, ma interventi di natura più immateriale e innovativa; non più progetti sulla città, ma progetti per la città.

Idee, iniziative e progetti che mettono al centro i residenti, i pendolari, gli studenti, i turisti le loro esigenze, i loro bisogni.

È un nuovo modo di pensare e progettare che richiede, da un lato, capacità di visione e, dall’altro, capacità di ascoltare i cittadini, in una logica che parta veramente dal basso e che veda nella cooperazione tra soggetti diversi l’unico strumento per affrontare al meglio la sfida che la Commissione Europea ci ha posto.

In Umbria l’Agenda Urbana include cinque città – Città di Castello, Foligno, Perugia, Spoleto e Terni  – e verte intorno a tre driver di sviluppo:

1) ridisegno e modernizzazione dei servizi urbani per i residenti e gli utilizzatori della città – prevede prioritariamente azioni su mobilità, logistica, energia;

2) fruizione di attrattori culturali e naturali, facendo riferimento alla capacità attrattiva delle città dell’Umbria, al loro potenziale di crescita legato alla dimensione culturale, storica, artistica e naturale;

3) pratiche e progettazione per l’inclusione sociale per i segmenti di popolazione più fragile e per aree e quartieri disagiati – prevede prioritariamente azioni di sostegno alle politiche sociali e contrasto alla povertà e al disagio.

Nel complesso saranno stanziati oltre 30 milioni di euro da destinare ad interventi per la mobilità, per l’implementazione di servizi digitali, per l’efficientamento energetico e funzionale dei sistemi di illuminazione pubblica, per potenziare il coinvolgimento degli attrattori culturali e per interventi di carattere sociale, con particolare attenzione al tema dell’innovazione sociale. In questo video troverete i dettagli.

Comuni e Regione Umbria stanno definendo i contenuti progettuali relativi ai Programmi che verranno attuati in ogni città e – a livello locale – sono partite prime forme di partecipazione con la cittadinanza che, più che in passato, dovrà essere protagonista nello sviluppo delle idee per migliorare la propria città.

Tutti sono chiamati a contribuire alla definizione di un progetto, possibilmente di lungo respiro, una visione della propria città da qui ai prossimi anni da realizzare passo a passo. Un cammino di cui l’Agenda Urbana è solo l’inizio.

Questa è la sfida che ci pone la Commissione europea: pensare in grande, guardare oltre, immaginare il futuro che vogliamo. Un compito che deve essere di tutti e che non può essere lasciato solo alle amministrazioni locali.

Se avete idee per una delle cinque città dell’Agenda urbana inviatele anche attraverso i canali social dell’Agenda Digitale dell’Umbria, oppure se preferite alle seguenti email:

ccipiciani@regione.umbria.it
mfuriani@regione.umbria.it
alcecchini@regione.umbria.it

 

 

www.pdf24.org    Invia l'articolo in formato PDF   

Lascia un commento