Comuni digitali dell’Umbria: Narni

Comuni digitali suape Narni
Foto via Wikipedia

Lo Sportello elettronico per le attività produttive e l’edilizia (Suape) è una delle principali innovazioni dell’Agenda digitale dell’Umbria, cui è dedicato il programma trasversale #comunidigitali. La programmazione di riforme nella Pubblica amministrazione è solo una parte del lavoro: il resto lo fa l’implementazione pratica da parte della stessa Pa, che porta le innovazioni, in questo burocratiche, a contatto coi cittadini, verso una semplificazioni dei processi. Per conoscere in dettaglio questa prospettiva, abbiamo intervistato due rappresentanti del Comune di Narni: l’architetto Alessandria Trionfetti, della Gestione e organizzazione del territorio, e il vicesindaco Marco Mercuri.

Da quanto è attivo la procedura digitalizzata del Suape nel vostro Comune?
(Trionfetti) La presentazione delle pratiche on line è attiva dal 25 luglio 2014: è stato attivato il servizio per la presentazione on-line delle pratiche relative a commercio, attività produttive, edilizia e urbanistica.

Avete digitalizzato tutte le procedure amministrative relative al Suape?
(Trionfetti) No, abbiamo per lo più seguito le indicazioni della Regione attivando per il settore commercio/attività produttive la Scia (per gli esercizi di vicinato). Per il settore Edilizia e Urbanistica:

– Scia  (Segnalazione Certificata Inizio Attività)
– Cil (Comunicazione Inizio Lavori)
– Cdu (Certificato destinazione urbanistica)
– Autorizzazione paesaggistica ordinaria, semplificata e in sanatoria

Parallelamente, c’è stata una semplificazione delle procedure? Se sì, come siete riusciti nella trasformazione organizzativa e nella gestione delle risorse umane all’interno della vostra amministrazione comunale?
(Trionfetti) È la parte più difficile. Per forza di cose nuovi strumenti e pratiche obbligano alla continua revisione dell’organizzazione del lavoro la cui configurazione è permanentemente in-progress. Quello che si evidenzia di più sono  le carenze di organico: per poter fornire un servizio rapido ed efficace sarebbero necessarie figure dedicate specificamente ad alcune funzioni: in comuni della dimensione di Narni questo non è possibile, ciascuno di noi deve occuparsi di numerosi e diversi aspetti.

Come avete impiegato le risorse stanziate (in percentuale: software, formazione, comunicazione….)?
(Mercuri) La quota relativa al progetto Suape per il comune di Narni pari a circa 8.000 euro in realtà ha coperto solo una piccola parte dell’impegno economico che stiamo sostenendo (15%).

A oggi quali sono i benefici per l’amministrazione?
(Trionfetti) Ritengo che per questa domanda sia prematura una valutazione.

In quanto tempo il cittadino ottiene una risposta esauriente?
(Trionfetti) A questo proposito potrei fornire esclusivamente una valutazione quantitativa (che comunque deve obbligatoriamente attestarsi entro i termini di legge e differente a seconda del procedimento). Riguardo alla questione qualitativa andrebbero fatte interviste direttamente agli utenti.

Come avete comunicato/coinvolto i cittadini nel Suape digitalizzato? Avete incontrato resistenze?
(Mercuri) Comunicati stampa, pubblicazione sul sito istituzionale, incontri pubblici e formativi, comunicazioni agli ordini professionali e alle associazioni di categoria.

Quanto alle resistenze, il Collegio dei Geometri ci ha segnalato l’esigenza di un “periodo di transizione” in cui le pratiche Suape potessero avere validità sia compilate, presentate e inviate tramite il nuovo procedimento digitale, sia in maniera cartacea, ovvero come avveniva precedentemente all’introduzione del suape. L’amministrazione comunale ha negato la possibilità di questo doppio binario comunicando a tutta la cittadinanza che dal giorno x le pratiche Suape “ricevibili” erano solo quelle digitalizzate e che l’amministrazione si metteva a disposizione, anche nella propria sede, per dare un supporto alla presentazione delle stesse.

Quali sono stati finora i feedback da parte della cittadinanza? Avete riscontrato problemi?(Mercuri) Anche qui è prematura una valutazione, i problemi riscontrati, di lieve incidenza percentuale e di tipologie specifiche andranno risolvendosi, secondo me, con l’assuefazione alle nuove modalità.

Avete intenzione di digitalizzare ulteriori servizi (quali e in che tempi)?
(Trionfetti) Entro i primi mesi dell’anno la maggior parte delle istanze per il settore edilizia.

Inoltre stiamo studiando, con le ditte che hanno sviluppato i relativi software, l’implementazione delle banche dati edilizia/commercio/tributi con il Sit dove è già liberamente consultabile online il Prg.

www.pdf24.org    Invia l'articolo in formato PDF   

Lascia un commento